Consigli tecnici

Quando si viaggia in gruppo in moto, e specialmente se lo fa in compagnia di estranei, è necessario seguire una serie di regole per evitare i pericoli ed i contrattempi che l’atteggiamento noncurante di uno qualsiasi partecipante potrebbe causare all’intero gruppo, e fare sì che il viaggio si svolga per tutti senza intoppi. Pertanto raccomandiamo:

  • Se viaggi con la tua moto, assicurati che moto e gomme siano in perfetto stato
  • L’uso del casco è obbligatorio in tutta Europa ed esso deve essere a norma di legge CE. Benché sia l’unico elemento di protezione obbligatorio per legge, raccomandiamo di non salire mai sulla moto senza abbigliamento protettivo completo, preferendo quello in tessuto tecnico poiché rimane più confortevole anche durante le visite, mentre sconsigliamo vivamente le tute in pelle. E’ fondamentale avere dei guanti da moto e non dimentica di mettere una tuta anti-pioggia nel  tuo bagaglio.
  • Seppure non possiamo obbligarti a portare abbigliamento protettivo da moto, insistiamo su questo argomento per la tua sicurezza! Le strade italiane non sono come in certi paesi molto vasti dritte, piatte, molto larghe, senza traffico (… e terribilmente noiose) bensì sono tecnicamente più impegnative e presentano un tracciato entusiasmante con un sacco di curve, di salite e discese, serpeggiando in mezzo alla natura e tra i tantissimi paesini disseminati ovunque lungo i nostri itinerari, specialmente quelle belle strade da moto che abbiamo scelto di includere nei nostri tour per il tuo massimo divertimento! Ci sentiremmo pertanto molto più tranquilli se non vedessimo nessuno salire in moto col bermuda ma solo con pantaloni lunghi foderati di kevlar, oppure a braccia nude ma solamente con un giacca da moto con le sue protezioni nei gomiti e sulla schiena, e nemmeno con i sandali ma soltanto con scarpe chiuse che proteggano tutto il piede e la caviglia.
  • Per i tour in montagna, porta con te degli indumenti civili, per il tempo libero, sia leggeri – perché il tour si svolge in piena estate – che pesanti – perché le zone montagnose possono essere piuttosto fredde anche in piena estate! Quindi una felpa e qualche maglia tecnica non devono mancare
  • Per i tour al mare consigliamo di avere sempre un telo da bagno ed un costume a bordo, nel caso ci fermiamo per fare un tuffo …
  • Prendi con te dei bagagli pratici. Anche se andiamo solo in alberghi di prima categoria, abbiamo scelto delle strutture dall’atmosfera rilassata e non ampollosa
  • Non portare con te borse serbatoio o altri bagagli che si possono facilmente asportare e rubare dalla moto durante le pause e visite …

Note:

  • La mattina si parte verso le ore 09:00. Ogni giorno si fa rientro in albergo verso le ore 16:30 – 17:00 in modo da lasciare a ciascuno tempo sufficiente da dedicare al vostro relax ed alle vostre attività individuali come un tuffo in piscina, una coccola alla spa, un po’ di sport, un aperitivo sfizioso in albergo o in città, una passeggiata alla scoperta del posto, o qualunque altra cosa si desideri fare
  • Poiché spostarsi in fila indiana in moto nelle grandi città risulterebbe molto difficoltoso, tra traffico, semafori e , incroci … i nostri alberghi sono sempre al di fuori dei grandi centri, eccezion fatta di Roma e Milano da dove i nostri tour partono e arrivano. Prediligiamo invece posti di assoluto interesse storico e paesaggistico, spesso tra i borghi più belli d’Italia, decisamente invitanti per passeggiate serali dopo cena e/o cene romantiche …
  • Ricordiamo anche che in tutti i nostri tour garantiamo:

– il 90% di strade panoramiche che ci regalano paesaggi magnifici, immerse nel verde o lungo le coste
– il 90% di strade ricche di curve e prive di rettilinei, divertenti da percorrere in moto per piloti e passeggeri
– il 100 % di strade asfaltate
– l’assenza di autostrade se non per i primi/ultimi 50 km da Roma e Milano per velocizzare la nostra uscita e il nostro rientro poiché si rischia, utilizzando delle piccole strade di periferia – probabilmente congestionate e sicuramente senza nessun fascino –  di rimanere bloccati nel traffico.